Lunedì 21 gennaio, nelle accoglienti stanze del Seminario vescovile di Fidenza, il Consiglio direttivo della sezione UCID della nostra diocesi ha incontrato il Vescovo mons. Carlo Mazza.
Una riunione molto importante che ha tracciato il programma di lavoro dell’unione cristiana imprenditori e dirigenti per i prossimi mesi a cui hanno partecipato oltre al Presidente cav. Rino Speroni e all’assistente spirituale don Luigi Guglielmoni, i consiglieri Claudio Avanzini, Sergio Mazza, Montanari Rino, Carlo Scita, Carlo Bariggi, Gianni Lommi e Giuseppe Manfredi unitamente a Maria Chiara Ruina ed Amedeo Tosi.
Il programma proposto per i prossimi mesi, dal Consiglio direttivo al Vescovo, si fonda sulla continuità rispetto al lavoro svolto in passato e prevede la realizzazione di una serie di incontri che affrontino tematiche in sintonia sia con l’attività della diocesi che dell’organizzazione nazionale dell’associazione.
Mons. Carlo Mazza è stato quindi invitato ad essere il relatore del primo incontro dell’anno.
Anche il Presidente nazionale dell’Associazione dott. Ferro, ha dato la sua disponibilità ad incontrare i soci di Fidenza. Sono stati quindi indicati gli argomenti da affrontare nei successivi incontri: il rapporto tra scienza e fede, l’anno Giubilare di San Paolo, il sinodo mondiale dei Vescovi sulla parola di Dio e un approfondimento sul significato dello sport nella società di oggi.
Il Vescovo dal canto suo ha apprezzato gli argomenti proposti, indicando nell’UCID un valido supporto nell’ambito della nostra Chiesa, oltre che farsi carico della promozione di momenti di studio e approfondimento su temi oggi estremamente attuali e fondamentali per la chiesa italiana e per la nostra società come la famiglia, il bene comune, il solidarismo, i valori e l’educazione.
In particolare ha sottolineato l’importanza della pastorale del lavoro per approfondire la nostra presenza di Chiesa locale nell’ambito dei questo difficile ma fondamentale ambito della vita delle persone, in continua evoluzione.
Mons. Carlo Mazza ha quindi voluto evidenziare come la nostra diocesi sia al centro del cammino millenario di pellegrinaggio della via Francigena, con una Cattedrale veramente unica e straordinaria ed un museo di rara bellezza e ricchezza. Tutti doni che devono essere difesi e rilanciati facendoli ulteriormente conoscere negli appropriati circuiti. Anche nei confronti del nostro settimanale diocesano “il Risveglio Vescovo ha avuto parole di grande apprezzamento definendolo “prezioso e di grande valore”, anche se bisognoso di una azione di supporto nei confronti della quale ha invitato concretamente l’UCID ad operare.
Si è infine raccomandato di aprire l’associazione ai giovani e di progettare l’attività dell’Associazione rispetto ad orizzonti aperti e costruttivi.
Il Presidente Rino Speroni ha ringraziato mons. Carlo Mazza per gli indirizzi forniti garantendogli la massima collaborazione da parte di tutto l’UCID diocesano, che nello spirito di fattiva solidarietà ha confermato le due adozioni a distanza intraprese negli anni scorsi, unitamente all’acquisto per tutti i soci del libro di don Luigi Guglielmoni “Beatitudini in famiglia” per ricordare l’importanza della preghiera all’interno della famiglia guidandola con metodo ed approfondimento nella fede.

Amedeo Tosi